Wiesemann & Theis GmbH

Tecnologia di rete, dei sensori e delle interfacce per industria, ufficio e informatizzazione

Informazioni di base:

Sistemi bus IEEE488


Basi

La norma IEEE488 definisce un bus parallelo di 8 bit di ampiezza che oggi viene impiegato soprattutto per il controllo dei misuratori nella tecnica di laboratorio.

Nel frattempo aziende quali HP e Commodore hanno diffuso il bus anche come interfaccia periferica ad es. per il collegamento delle loro stampanti, plotter e dischi rigidi esterni. Oltre al nome "IEEE488" esistono ulteriori definizioni in parte introdotte da altri organismi di normalizzazione:

HP-IB, GP-IB, IEC 625, nonché DIN IEC 625


Topologia

Max. 15 utenti possono essere collegati parallelamente al sistema bus. Il bus utilizza il connettore SUB D a 25 poli (IEC 625) o il connettore Amphenol a 24 poli (IEEE488) che in genere mettono a disposizione sul lato posteriore un’altra presa a 24 poli per il collegamento di un ulteriore apparecchio ("tecnica cavalluccio").

La lunghezza complessiva di un sistema bus può essere di 20 m facendo tuttavia attenzione che il percorso del cavo tra 2 utenti non superi assolutamente i 2 m.


comando e gestione del bus

Il bus IEEE488 è un sistema master/slave nel quale di norma un computer svolge la cosiddetta funzione di controller e regola l’accesso al bus degli altri utenti. Prima della vera e propria trasmissione dei dati utili, questo controller deve indirizzare il terminale desiderato come talker o listener, in base alla direzione necessaria dei dati.

Un’eccezione del funzionamento master/slave è rappresentato dalla modalità "Listen-only": apparecchi quali ad es. le stampanti accettano in questa modalità, indipendentemente da un indirizzamento, tutti i dati che devono essere trasmessi al bus. Durante il funzionamento di una singola stampante su un oscilloscopio si può rinunciare ad es. alla configurazione degli indirizzi.


Segnali bus

Tutti i segnali del bus IEEE488 vengono trasmessi nella tecnica open collector come livello TTL. Le 16 linee possono essere suddivise in 3 gruppi:

  • bus di dati (DIO1-DIO8)

    In base allo stato del bus di controllo i dati utili o le informazioni di indirizzamento vengono trasmessi attraverso le linee dati.

  • Il bus di controllo (ATN, IFC, REN, SRQ, EOI)

    • ATN (Attention) serve per la distinzione di informazioni di indirizzamento e dati utili. ATN = "LOW" contrassegna la trasmissione di un’informazione di indirizzamento.
    • IFC (Interface clear) viene attivato per l’inizializzazione di tutti gli apparecchi collegati.
    • REN (Remote enable) viene utilizzato per la commutazione di tutti gli utenti dal funzionamento locale al funzionamento dell’interfaccia.
    • SRQ (Service Request) visualizza la linea interrupt del bus IEEE488. Gli utenti bus possono in questo modo comunicare al controller ad es. che i dati sono pronti per essere prelevati.
    • EOI (End or identify) deve essere preso in considerazione in base allo stato della linea ATN: con questo segnale può essere visualizzato ad es. l’ultimo byte di una trasmissione dei dati.
  • Bus handshake (DAV, NRFD, NDAC)

    Questi segnali servono al controllo del flusso nella trasmissione dei dati. Paragonabilmente al segnale strobe dell’interfaccia Centronics, impostando il DAV viene segnalata la presenza di un byte valido sulle linee dati. Mediante NRFD e NDAC un listener visualizza il suo stato di pronto per il rilevamento dei dati o l’avvenuto rilevamento dei dati.


Occupazione dei pin

L’occupazione dell’IEEE 488 su un connettore Amphenol a 24 poli è riportata nella seguente tabella:

PinSegnalePinSegnale
1DIO113DIO5
2DIO214DIO6
3DIO315DIO7
4DIO416DIO8
5EOI17REN
6DAV18GND
7NRFD19GND
8NDAC20GND
9IFC21GND
10SRQ22GND
11ATN23GND
12Schermatura24GND

^